E' bello sapere che...

Andresti al mare senza costume e protezione solare?

L’importanza di essere bene equipaggiati durante un’escursione è fondamentale per passare una bella giornata in armonia e in sicurezza; durante un’uscita in gruppo non essere equipaggiati nel modo giusto può compromettere la gita a tutti!

Innanzi tutto per chi non ha ancora uno zaino adeguato è il momento si sceglierne uno; per escursioni giornaliere è sufficiente uno zaino con capienza tra i 20 e i 30l. Elementi di forza di uno zaino sono le tasche separate e la patella alla chiusura superiore; retine e cinghie possono sempre essere utili!

Una volta acquistato, arriverà prima o poi il momento in cui cominciare a riempirlo; ovviamente questo è un elenco molto personale che può essere modificato in base alle proprie necessità. Anche se si cammina con una guida non si può pensare che abbia materiale aggiuntivo per tutti e quindi bisogna essere autonomi.

Abbigliamento

È sempre meglio vestirsi a cipolla in ogni stagione; nello zaino è bene portarsi una maglietta di ricambio, un micropile a maniche lunghe e il guscio anti-pioggia e vento in Goretex. Ovvio poi a dipendenza della stagione il contenuto cambia.

È buona norma mettere gli indumenti di ricambio in un sacchetto chiuso in plastica, nel caso ad esempio piovesse e ci si bagnasse è importante avere indumenti asciutti.

– cappello da sole con visiera. La visiera è utilissima anche per riparare gli occhi in caso di maltempo

– cappello caldo

– guanti caldi

– ghette (ovviamente solo se penso di andare in mezzo alla neve)

– stringhe di riserva

Attrezzatura, varie ed eventuali

– kit di pronto soccorso con i farmaci personali, disinfettante, cerotti, bende, aspirine. Ricordatevi che la guida non può mai somministrare e “prestare” farmaci. Ognuno deve avere i propri in base alle necessità che sa di avere.

– il telo termico, che è un sottile telo di plastica ricoperto da uno strato riflettente color oro o argento. Serve per proteggerti sia dal caldo che dal freddo in caso di emergenza

– pila frontale con batterie di riserva

– occhiali da sole

– crema solare

– repellente per insetti

– un coltellino milleusi

– un rotolo quasi finito di carta igienica (molto meglio dei fazzoletti)

– cartina e bussola (nel caso si abbia una guida non necessario)

– copri zaino antipioggia

– fischietto

– cellulare, portafoglio e gli effetti personali

– carta e penna

– bastoncini da trekking

– documenti di identità, sempre e comunque!

Anche in questo caso io divido tutte le cose in buste di plastica (tipo cuki) con cerniera: questo mi aiuta a tenere ordine all’interno dello zaino e a proteggere il contenuto in caso di acquazzoni.

Snack e bevande:

– liquidi, caldi e freddi. Nei luoghi particolarmente poveri di acqua la guida avvisa di portare scorte più abbondanti

– snack ad alto contenuto energetico e che “appesantiscano” poco

– integratori da assumere eventualmente durante l’attività sono sempre consigliati

Come preparare lo zaino

La regola è semplice, gli oggetti più pesanti e di uso meno comune in fondo; la borraccia, pur essendo pesante andrà invece tenuta a portata di mano.

La disposizione dei pesi non deve tenere solo conto della direzione alto-basso, ma anche della disposizione laterale. Nella preparazione del tuo zaino bisogna cercare di disporre gli oggetti in modo da avere una distribuzione dei pesi centrale.

Le scarpe!

Come ultima cosa, ma sicuramente non in ordine di importanza, parliamo delle scarpe. Lo so che gli scarponi sono scomodi, sono pesanti, tengono caldo, etc etc. A meno che si tratti di un trekking urbano, nel qual caso la guida vi dirà che possono bastare un paio di scarpe da ginnastica normali, gli scarponcini sono indispensabili! Le caratteristiche che devono avere? Essere impermeabili, avere la suola in Vibram e la caviglia alta! Per le escursioni estive una semplice pedula da 500g non è per nulla pesante e vi assicura una sicurezza maggiore. Credo nessuno di noi voglia avere a che fare con caviglie rotte; attenzione!! Il rischio non può mai essere annullato del tutto ma noi dobbiamo fare quel che possiamo per ridurlo il più possibile! Per le escursioni sulla neve invece servono scarponcini più pesanti e caldi; in un buon negozio di calzature sportive sapranno aiutarci in base alle nostre esigenze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.